Da anni studio la medicina funzionale, nello specifico mi piace approfondire l’aspetto nutraceutico e funzionale del cibo.
 
L’alimentazione funzionale prevede un metodo individuale e personalizzato, basato sulle evidenze scientifiche, con il fine di identificare cause e squilibri per migliorare la salute del paziente ottimizzando il benessere.

Come, la pasta, può essere un alimento funzionale?

Lo scopo dell’alimentazione funzionale è quello di modulare l’aspetto ormonale attraverso i cibi.  Qualità, metodi di cottura e associazioni corrette ne fanno da padroni.
 
Innanzitutto ogni soggetto è diverso da un altro, per cui vi sono condizioni in cui il timing di assunzione è importante.
In presenza di alcuni disturbi quali gastrite o reflusso, insonnia o problematiche tipiche della menopausa quali le vampate notturne un piatto di pasta la sera è assolutamente consigliato.
La pasta di sera è infatti in grado di migliorare il sonno, ha un’azione sedativa e rilassante grazie all’apporto di triptofano, un aminoacido precursore di melatonina e serotonina.
Se ben abbinata è inoltre, un piatto ben digeribile, molto di più di un pasto a base proteica quindi utile in chi soffre di reflusso o problemi digestivi.
 
Sfatiamo il mito che la pasta la sera faccia ingrassare più che a pranzo, può tuttavia essere controproducente in alcune problematiche ormonali/metaboliche come l’insulino-resistenza, ma in un soggetto sano può essere consumata senza sensi di colpa. 
 
La pasta contribuisce ad un aumento di peso se mangiata in eccesso, se mal abbinata o se più in generale, l’alimentazione è sbilanciata.

Quale pasta scegliere?

E’ importante tenere  a bada il carico glicemico, qualità e quantità in questo caso.
 
Ottima la pasta integrale di grani antichi o di farro oppure di grano saraceno, meglio ancora i formati lunghi rispetto a quelli corti.  
Al dente avrà un minore impatto glicemico. 
 
I carboidrati contribuiscono a far aumentare glicemia e insulina, quest’ultima, se prodotta in eccesso, tenderà a far accumulare maggiore adipe nella zona centrale del corpo.

Come associarla?

Ai fini di contenere il carico glicemico e insulinemico attenzione dunque anche all’abbinamento, sì ad un piatto di pasta associato a verdure e grassi buoni. Ottima anche spadellata in olio extravergine d’oliva! 
 
La verdura infatti grazie alla fibra presente è in grado di rallentare l’assorbimento degli zuccheri. 
Le verdure amare come il radicchio e la cicoria invece, stimolano la produzione eparica di bile.
 
Dei grassi non dobbiamo avere paura, questi sono stati troppo a lungo demonizzati, dovremmo riscoprirli in quanto sono un nutriente essenziale di cui non possiamo fare a meno. Oggi sappiamo che le diete che restringono eccessivamente i grassi peggiorano il profilo lipidico e l’insulino-resistenza.
 
Diamo dunque spazio a quantità generose di olio extravergine d’oliva che, oltre ad essere buono, fa bene alla salute e paradossalmente anche alla linea utilizzato nel modo giusto!

Articoli recenti

Young woman with a broken ankle on crutches.

Fratture bimalleolari

AREA MEDICO RIABILITATIVA Le fratture bimalleolari sono una tipologia di frattura della caviglia che coinvolge

Skin aging concept. Beautiful aged woman looking at mirror at wrinkles near eyes, checking face

Invecchiamento cutaneo

L’invecchiamento della pelle è un processo fisiologico e naturale interessa ogni persona, con modifiche strutturali

Resta connesso!

Vuoi ricevere aggiornamenti sulle nostre attività, promozioni e news.
Iscriviti adesso alla nostra newsletter inserendo la tua mail e sarai subito connesso.

Contattaci

Centro Ortopedico

+39 0935 41555

h08:30 - 13:00 / h14:30 - 19:00

Area Medico Riabilitativa
Amministrazione

+39 0935 533657

h09:00 - 13:00 / h14:30 - 19:00

Utility

Certificazioni

UNI EN ISO 9001:2015

Contributi pubblici:

Contributo conto esercizio €69.000,00 Invitalia

Contributo conto impianti €348.650,00 Invitalia

Credito imposta investimenti aree svantaggiate €34.117,50 Agenzia delle Entrate

La società ha ricevuto benefici rientranti nel regime degli aiuti di Stato e nel regime de minimis per i quali sussiste l’obbligo di pubblicazione nel registro nazionale degli aiuti di Stato di cui all’Art 52 della L.234/2012

Link

Sport bonus € 6.500,00 Agenzia delle Entrate

Contributo a fondo perduto € 7.500,00 Regione Sicilia

Credito d’imposta ricerca e sviluppo, innovazione € 44.443,57 Agenzia delle Entrate

Credito d’imposta ex L. 178/2020 c. 1054 € 1.343,00 Agenzia delle Entrate

Gli altri aiuti fruiti sono consultabili nella sezione del Registro Nazionale aiuti di stato al seguente link:
RNA Trasparenza Aiuti

Link