La lombalgia definisce una patologia, con sintomatologia dolorosa, riferita al tratto lombare o dorso-lombare, ossia il tratto inferiore della colonna vertebrale.

Cenni anatomici

Il tratto lombare è costituito da 5 vertebre sovrapposte tra loro, esso si articola col sovrastante tratto dorsale (costituito da 12 vertebre) e il sottostante tratto sacrale (costituito da 5 vertebre) che insieme al tratto cervicale (costituito da 7 vertebre) formano la colonna vertebrale.

Le vertebre del tratto lombare sono le più larghe e resistenti di tutte la colonna poiché è su di esse che grava la maggior parte del peso corporeo ma allo stesso tempo devono esser in grado di fornire elasticità e libertà di movimento, di conseguenza è facilitato l’insorgere della lombalgia.

La lombalgia spesso è di natura idiopatica, ovvero non se ne conosce l’origine, colpisce indifferentemente uomini e donne. È importante non sottovalutarla sin dal primo esordio in quanto può rendere il soggetto sempre meno autosufficiente, poiché il dolore accusato ne limita gradualmente il movimento e favorisce la statica, provocando una riduzione funzionale del tratto lombare e un’ipotrofia delle strutture muscolari interessate.

Diagnosi

Viene classificata, in base al tempo trascorso dal primo sintomo doloroso, in acuta (è la più frequente e il dolore persiste in un periodo compreso tra i pochi giorni e le 4 settimane), subacuta (il dolore persiste tra le 4 e le 12 settimane) e cronica (il dolore continua per più di 12 settimane).
Dopo un’accurata diagnosi iniziale, in cui si escludono le patologie più gravi, e un’anamnesi dettagliata, in cui si acquisiscono tutte le informazioni utili sulle attività di vita quotidiane del paziente, si prosegue con una valutazione delle cause più comuni scatenanti la lombalgia:

  • postura scorretta
  • dolore mio-fasciale
  • ernia discale
  • ipotrofia muscolare

 

Per una diagnosi più specifica si prosegue tramite indagini strumentali quali RX, EMG/ENG, RM e TC.

Trattamento

Trattamento
L’obiettivo primario è eliminare tutti gli atteggiamenti posturali errati che si assumono durante la vita quotidiana, di solito assunti a causa di movimenti abitudinari sia in posizione ortostatica che da seduta, e adottare comportamenti di vita sani.
Si procede con una riduzione della sintomatologia dolorosa tramite

  • terapia farmacologica anti-infiammatori e anti-dolorifici
  • terapia strumentale terapie fisiche non invasive come laser e tecar.

 

La terapia manuale è utile per eliminare rigidità e spasmi muscolare e per aumentare la mobilità articolare.

L’esercizio fisico è alla base del pieno recupero funzionale, consiste in un programma riabilitativo di esercizi terapeutici atti a ripristinare il giusto controllo motorio durante l’esecuzione del movimento e al recupero progressivo di forza e resistenza per tutti i muscoli interessati al distretto corporeo. È importante l’esecuzione corretta e il mantenimento dei movimenti riacquisiti durante la vita quotidiana col fine di evitare il ritorno della lombalgia.
Al proseguire di tale sintomatologia dolorosa possono essere eseguite tecniche più invasive come infiltrazioni o ossigeno-ozono terapia.

— Area Medico Riabilitativa —

Articoli recenti

Tendinopatia Glutea

Soffri di dolori nella zona laterale dell’anca, soprattutto quando cammini o fai le scale, talmente

Resta connesso!

Vuoi ricevere aggiornamenti sulle nostre attività, promozioni e news.
Iscriviti adesso alla nostra newsletter inserendo la tua mail e sarai subito connesso.

Contattaci

Centro Ortopedico

+39 0935 41555

h08:30 - 13:00 / h14:30 - 19:00

Area Medico Riabilitativa
Amministrazione

+39 0935 533657

h09:00 - 13:00 / h14:30 - 19:00

Utility

Certificazioni

UNI EN ISO 9001:2015

Contributi pubblici:

Contributo conto esercizio €69.000,00 Invitalia

Contributo conto impianti €348.650,00 Invitalia

Credito imposta investimenti aree svantaggiate €34.117,50 Agenzia delle Entrate

La società ha ricevuto benefici rientranti nel regime degli aiuti di Stato e nel regime de minimis per i quali sussiste l’obbligo di pubblicazione nel registro nazionale degli aiuti di Stato di cui all’Art 52 della L.234/2012

Link