Plantari_image_web_1

Plantari a lievitazione

“La morfostruttura podalica è una delle più complesse architetture del nostro organismo”; tale per cui le sue articolazioni e le rispettive funzioni devono essere stabilizzate e biomeccanicamente coadiuvate in modo consono e soprattutto naturale.

La naturalezza dell’appoggio podalico deve essere garantita da una corretta ortesi plantare che rispetti in modo del tutto fedele la struttura e le deformità del piede. Questo risultato può essere raggiunto grazie all’introduzione di un plantare, realizzato direttamente sull’impronta personale di ciascun soggetto, che adagiando in modo del tutto naturale i piedi su delle apposite vaschette, in cui viene versata una miscela di poliuretani liquidi, “lievita” sui piedi stessi.

Questo processo di “lievitazione”, ovvero espansione, genera immediatamente la scocca dell’ortesi plantare, divenendo così una copia speculare e inalterata dei nostri piedi. Per tale motivo, viene denominato “Plantare a Lievitazione”.

Uno dei suoi particolari vantaggi, avendo come caratteristica la riproduzione ideale della parte distale dell’arto inferiore, è che il soggetto poggia, sia in statica che in dinamica, su un’interfaccia che garantisce una maggiore e uniforme distribuzione del peso su tutta la superficie del plantare.

 

Caratteristiche

La resina ricavata dal calco-plantare ha come proprietà quella di essere molto strutturata e resistente, motivo per cui si può ottenere un plantare di esile spessore che garantisce comunque le stesse funzioni di un plantare con una base più imponente mantenendo comunque un peso minimo. Inoltre, assicura una durata maggiore e una memoria dimensionale nonostante l’usura che si determina con l’utilizzo, evitando lo schiacciamento sotto carico che, nel tempo, tende a modificarlo rispetto all’impronta originaria.

La densità del materiale utilizzato fa sì che la pompa venosa podalica venga stimolata ad ogni passo, favorendo così il microcircolo e una corretta ossigenazione di tutto l’organismo motorio e provocando un defaticamento di entrambi gli arti inferiori.

La particolarità di questa resina è che, oltre ad essere rigida, risulta essere allo stesso tempo elastica, prerogativa importante per chi fa attività sportiva. L’elasticità in un soggetto sportivo garantisce una maggiore propulsione e una risposta immediata nella fase di appoggio-spinta migliorando notevolmente le performance.

Un piede che poggia su un plantare che rispecchia perfettamente la sua forma, gode di maggiore equilibrio e stabilità alterando il sistema recettoriale-propriocettivo in modo più sensibile e graduale, evitando così di influire in modo improvviso e aggressivo sull’intera postura corporea.

– Area Ortesi –

Articoli recenti

La nutrizione Sportiva

La Nutrizione Sportiva è una scienza recentemente affermata nel panorama scientifico internazionale, grazie a studi

L’instabilità vertebrale

POLIAMBULATORIO L’instabilità vertebrale è una condizione patologica che conduce ad una significativa diminuzione della capacità

Resta connesso!

Vuoi ricevere aggiornamenti sulle nostre attività, promozioni e news.
Iscriviti adesso alla nostra newsletter inserendo la tua mail e sarai subito connesso.

Contattaci

Centro Ortopedico

+39 0935 41555

h08:30 - 13:00 / h14:30 - 19:00

Area Medico Riabilitativa
Amministrazione

+39 0935 533657

h09:00 - 13:00 / h14:30 - 19:00

Utility

Certificazioni

UNI EN ISO 9001:2015

Contributi pubblici:

Contributo conto esercizio €69.000,00 Invitalia

Contributo conto impianti €348.650,00 Invitalia

Credito imposta investimenti aree svantaggiate €34.117,50 Agenzia delle Entrate

La società ha ricevuto benefici rientranti nel regime degli aiuti di Stato e nel regime de minimis per i quali sussiste l’obbligo di pubblicazione nel registro nazionale degli aiuti di Stato di cui all’Art 52 della L.234/2012

Link